Campionati Italiani J/P TORINO

Maratona di gare per tre giornate e caldo di piena estate, questi sono stati i Campionati Italiani J/P, che ci hanno regalato bei momenti e tanti PB. La prima giornata interminabile ci ha visto quasi chiudere il campo dopo l’ultima gara. Tanti personali a cominciare da Francesca Gorno con 12″44 nei 100m, continuata poi con il PB di Mattia Cella, con un gran 48″21 che gli consegna la finale ed il minimo per i Campionati Italiani Assoluti. Bene anche Marta Bombelli che si ripete sotto i 58″, con 57″70. Gli 800m entusiasmanti di Matteo Viscardi cialis a basso prezzo, buy cefixime au. con PB di 1’53″55, che per una manciata di secondi non accede alla finale. SB per Valentina Beccalli con 1,60m, come per Maria Cristina Sinesi che torna a lanciare 37,22m. La voglia di andare forte di Federica Galbiati, che con decisione fa il PB in 17’43″89, abbattendo il suo precedente primato di molti secondi. Infine il giovane Giovanni Quaglia, che preso dall’emozione, non riesce ad esprimersi e chiude in 44,45m.

La seconda giornata inizia ancora con il personale di Francesca Gorno, questa volta nei 200m in 25″75, poi Mattia Tagliapietra, che abbatte la barriera dei 22″ con 21″82, un po’ contratta invece la corsa di Davide Comerci che chiude in 22″01. Si emoziona nella finale efecto del cialis en la mujer. Maria Cristina e si ferma a 34,41m e Mattia Cella è sesto in finale con lo stesso tempo della batteria, 48″21. Gioca tanto l’emozione per Francesca Villa nel disco che si ferma a 31,36m, mentre Federica Galbiati sfodera ancora la propria grinta questa volta  nei 3000siepi e abbatte ancora il personale di più di mezzo minuto, portandolo a 11’15″92 settimo posto e minimo per i Campionati Italiani Assoluti. Nausicaa Taraschi corre in 12’16″91.. Nei 400Hs, emozione per Alessandro Redaelli che chiude in 57″63. La 4×100 invece si ferma al primo cambio per Pattaro, Cella, Tagliapietra e Comerci.

L’ultima giornata ci regala l’emozione di una medaglia d’argento ancora nella 4×400 Promesse, che continua la tradizione, con 3’17″23 per la felicità di Tagliapietra, Comerci, Viscardi e Cella. la 4×400 Juniores invece non esprime le proprie potenzialità e paga l’emozione della prima volta con 3’28″39 con Redaelli, Miotti,Pagani e Schiatti.