CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI – RIETI 24-25-26 Giugno –

CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI – RIETI 24-25-26 Giugno –

La massima Manifestazione dell’Atletica Italiana ha sempre un certo fascino per tutti coloro che conseguono il minimo, ed è sicuramente un’esperienza emozionante e unica. Così avranno pensato i due nostri medagliati che sono saliti sul podio degli Assoluti per la prima volta. Argento per SILVIA OGGIONI nei 5000m con una gara coraggiosa e intelligente. La prima andava troppo forte per lei, così ha tirato una gara perfetta che ha concluso vicino al suo personale in 16’16″24. Grande emozione anche per il ritrovato, agonisticamente, MATTEO DI PRIMA, dopo un lungo periodo di infortuni. Ottimo Decathlon con diversi personali ed un punteggio conclusivo che h frantumato il precedente betnovate cream online, lisinipril without a prescription. record sociale con 6841 punti, ma soprattutto il bronzo nella gara Promesse ed il quarto posto in quella Assoluta: 100/11″64-lungo/6,89m-peso/10,21m-alto/1,86m-400/52″22-110Hs/15″10-disco/40,61m-asta/4,30m-giav/50,70m-1500/4’49″27.

Il tempo nelle prime due giornate è stato ballerino tra sole e pioggia. Il primo giorno più sole, il secondo giorno MARCO GOVONI, sotto una pioggia battente, ottimo quinto posto, ma insoddisfatto per la misura di 15,73m, avendo lanciato meglio per tutta la stagione; nella stessa gara ottimo nono posto per SIMONE BRUNO con 14,74m. GIOCAMO BERNARDI guadagna la finale con 4,90m, che poi vien disputata sotto la pioggia e riesce a chiudere con 4,75m al sesto posto. Personale e minimo per i Mondiali Juniores per FEDERICO CESATI nei suoi 400Hs con 52″82. DAVIDE BOSANI, ancora dolorante alla schiena, riesce a lanciare 57,22m, FRANCESCA CAVALLI manca per un soffio la semifinale con 14″57; MARA CAZZANIGA 1,66m in alto; gare molto tattiche quelle dei 800m dove Chantal Scotti non riesce ad esprimersi al meglio e chiude in 2’15″00. Anche al maschile con MATTEO VISCARDI che paga un passaggio troppo lento e finisce in 1’55″13. Più allegro il passaggio al primo giro della batteria per LEONARDO CUZZOLIN, che attacca troppo presto e paga lo sforzo precedente sul rettilineo finale chiudendo in 1’52″13. MARCO GELATI guadagna la finale con 2,05m e giunge settimo in finale con 2,08m

 

  colchicin kaufen.