Campionati Italiani Allieve/i – Ancona 14 e 15 Febbraio

Campionati Italiani Allieve/i – Ancona 14 e 15 Febbraio

Quattro ORI, un ARGENTO, un BRONZO: questo è stato il prezioso bottino di due giornate indimenticabile ai Campionati Italiani Allievi/e Indoor di Ancona. Un gruppo molto affiatato che, nonostante piccole delusioni, ha dimostrato di valere tanto e li attendiamo con orgoglio tutti all’importante stagione all’aperto.

Ori sofferti ed ori forse scontati, ma mai sottovalutati. A cominciare dalla incredibile gara, che inizia le danze, di Simone Bruno, che si permette di migliorare di 1,30m il suo personale e portarlo a 17,70m. Grande entusiasmo di tutte le persone intorno, ma soprattutto di chi lo segue da anni: Gianni Colombo e Eugenio Totev, che tecnicamente lo ha portato a questo importante traguardo. Marco Bigoni, grande promessa da cadetto, che l’anno scorso si è scoperto anche ottimo velocista, è tornato all’ antico amore e si ferma a pochissimi centesimi (7″88) dal record Italiano dei 60Hs con 7″93 per ben due volte, grazie al suo mentore  Alberto Marabini.

Ilaria Verderio: che dire di questa grande atleta, che, solare, affronta i suoi importanti appuntamenti con serenità, circondata da persone splendide (la sua famiglia) e da un allenatore sempre sorridente Paolo Prestipino. Rimane a pochi centesimi dal record Italiano con un ottimo 55″16. Infine l’oro della staffetta 4x1giro, tanto attesa, ma per niente scontata. Grazie a Giulia Preda (26″09), Sofia Bonicalza (25″15), Greta Grecchi i need prednisone where to purchase, 5 mg cialis prices. (26″87) e Ilaria Verderio (24″40) (tempi parziali con “Movie Maker”), che con tanta passione e cuore, pur con malanni e fatiche  precedenti di alcune, 1’43″47 a pochi decimi dal nostro record Italiano dell’anno precedente . Argento nei 200m per Sofia Bonicalza che, anche se influenzata, è riuscita a superarsi con 25″02 a due centesimi dalla vittoria. Ottima 4x1giro maschile con un bronzo guadagnato con determinazione in 1’32″81, nessuno dei quattro ha voluto mollare un centimetro e fino all’ultimo metro buy generic robaxin canada. Riccardo Zappa, Federico Cesati, Lorenzo Marchetta e Marco Bigoni,  hanno voluto sperarci.

Ottimi tutti. Combattute batterie dei 60Hs per Lorenzo Paganini al primo anno di categoria, paga l’emozione di una partenza lenta e finisce in 8″58. Molto determinato Federico Cesati che guadagna la semifinale facendo il personale in 8″44 ed in semifinale 8″66. Giulia Preda eguaglia il personale in batteria con 7″93, guadagnando la semifinale, dove si ferma con 8″00, cedendo sul finale. Riccardo Zappa con 7″28 accede alla semifinale, dove si ferma con 7″24. Greta Grecchi batteria dei 400m con personale indoor 1’01″47.  Nel getto del peso Mayra Nardozza lancia a 11,40m, mentre nel salto in alto Francesca Marchini si ferma al decimo posto con 1,61m.

Risultato importante finale di Società: seconda squadra femminile, ma soprattutto quarta squadra maschile, situazione che,da anni, non succedeva in questa categoria.

Bravissimi a tutti: atleti/e con i loro tecnici e ai simpatizzanti che ci hanno seguito con passione!!!!