BRESSANONE CAMPIONATI ITALIANI JUNIOR E PROMESSE

BRESSANONE CAMPIONATI ITALIANI JUNIOR E PROMESSE

Fine settimana incredibile e storico per i nostri colori: 10 medaglie per i nostri atleti, 4 ori, 4 argenti, 2 bronzi.

Bressanone rimarrà a lungo nei nostri cuori. Giovani incredibili che si sono superati ed hanno dato il meglio al momento giusto.

Si parte dal venerdì dove conquistiamo un oro con una gara spettacolare di Silvia Oggioni che dimostra la sua superiorità dominando la gara dai 2000m e vince i 5000m con un ottimo 16’46″43 e l’ultimo giorno vincerà anche un bronzo nei 1500m con una gara vicina al suo personale e corsa con determinazione in 4’27″80. Il secondo giorno Oro per Marco Bigoni che in finale sfodera gli artigli e fa segnare il proprio record con uno spettacolare 13″91 ancora minimo per i mondiali Junior.  Intanto i due argenti con Leonardo Cuzzolin, in un 800m tattico, che si conclude solo sul filo di lana, dopo una strenua lotta con il vincitore, in 1’55″68. E’ argento anche per un Simone Bruno sempre combattivo con un probante 16,84m.  E arriva anche l’insperato bronzo della  staffetta 4×100, voluta con il cuore, con Augusto D’Alessandro, Filippo Stucchi, Matteo Brivio e Marco Bigoni in 42″62, poco dopo la finale dei 110Hs. Si finisce con l’apoteosi del terzo giorno dove,  prima Federico Cesati conquista un bell’argento nei 400Hs con il personale di 53″14, poco dopo Sofia Bonicalza, in modo regale domina i 200m con 24″06, ancora minimo per i mondiali Junior e poi, dopo i 1500m di Silvia, arrivano le staffette 4×400.

Due squadre affiatate e convinte che vanno oltre le nostre previsioni: iniziano le donne nella serie più debole, una  cavalcata solitaria che le porta a l’ottimo tempo di 3’51″45 ed uno splendido argento. Felicità per desi viagra price in delhi, kegunaan pirofel gel. Paola Boateng, Greta Grecchi, Eva Savarè e Sofia Bonicalza. A seguire gli uomini, nella serie più accreditata, anche loro si impongono dal primo metro e vincono un oro con un tempo spettacolare: 3’20″91. Inutile dire lo scoppio di felicità di Filippo Stucchi, Federico Cesati, Augusto D’Alessandro e Leonardo Cuzzolin.

Ottimi anche Francesca Marchini nel salto in alto con 1,65m. Personale nei 100m per Giulia Preda con 12″35 che conquista la semifinale. Matteo Brivio vicino al personale con 11″07. Un po’ opaca Greta Grecchi con 58″03 nei suoi 400m, che si riscatterà poi nella staffetta. Finalista nei 400m Riccardo Schiatti ottavo con 48″53.  Ben tre giavellottiste tra le due serie eliminatorie dove Martina Perego Scicchitano conquista la finale con 37,49m ed è decima. Annalisa Viola 31,99m Gaia Ticozzi 28,51m. Matteo Viscardi purchasing viagra online from canada. 1’54″49 nei suoi 800m in una gara tattica. Personale nei 110Hs per Matteo Di Prima con 15″24 e 4,30m nell’asta. Giulio Panara 1,90m nel salto in alto.